Home events AstroTalk – James Webb Space Telescope: il viaggio

AstroTalk – James Webb Space Telescope: il viaggio

James Webb Space Telescope: obiettivi, tecnologie e tappe al centro dell’AstroTalk. L’evento si svolgerà in presenza, sabato 19 febbraio, all’interno del Planetario digitale. Ospite il ricercatore Massimo Robberto, JWST/NIRCam Branch Manager.

Possedendo il biglietto di ingresso, che comprende la visita libera al Museo interattivo e lo spettacolo del Planetario digitale, sarà possibile partecipare gratuitamente all’AstroTalk.

James Webb Space Telescope

JWST è l’osservatorio spaziale più potente mai costruito: ha uno specchio di 6 metri e mezzo di diametro ed è grande complessivamente come un campo da tennis. È stato lanciato lo scorso 25 dicembre con l’obiettivo di mostrare l’Universo più nascosto: la luce delle stelle in formazione, le molecole nelle atmosfere dei pianeti extra solari, fino ai primi bagliori luminosi dopo il Big Bang.

Il suo viaggio sta procedendo come da programma. Tra il 7 e l’8 gennaio è stato aperto, con successo, lo specchio primario. Quest’ultimo, viste le sue dimensioni, era suddiviso in tre parti in modo da permette il lancio. Le prime immagini dell’osservatorio sono previste per l’estate 2022.

Nella foto: il modellino esposto al Museo interattivo. Realizzato e donato da Giorgio Mang – Mager S.r.l. (scala 1:20).

Biografia di Massimo Robberto

Massimo Robberto lavora allo Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora come Branch Manager per NIRCam (Near-Infrared Camera), la fotocamera a raggi infrarossi installata sul James Webb Space Telescope (JWST). Inoltre collabora con l’Osservatorio AURA e con la Johns Hopkins University.

Dopo la laurea con lode in fisica e un dottorato di ricerca in Astronomia presso l’Università di Torino, Robberto inizia la sua carriera all’Osservatorio Astrofisico di Pino Torinese. Qui, dal 1987 al 1999, muove i primi passi da astronomo di ruolo. Successivamente collabora con il Max Planck Institut fuer Astronomie di Heidelberg (1995-1999) e con l’Agenzia Spaziale Europea (1999-2005).

Negli anni si specializza nello sviluppo di nuove strumentazioni astronomiche. Oltre a JWST/NIRCam, infatti, ha collaborato per la (Wide Field Camera 3) a bordo del telescopio spaziale Hubble. È stato proprio uno dei programmi, messi a punto da Robberto, a scattare una delle foto più belle di Hubble: quella della Nebulosa di Orione. Il suo nome è ricordato anche dall’asteroide QE12, scoperto nel 2008 e dedicato all’astrofisico.

Biglietti

INTERO

1200

RIDOTTO*

1000
  • per ragazzi 6-18 anni
  • adulti over 60 anni
  • enti convenzionati
  • universitari fino a 25 anni con smartcard
  • per bambini sotto i 6 anni
  • disabile e accompagnatore
  • possessori di Abbonamento Musei o Torino+Piemonte Card
  • possessori del Passaporto Culturale
  • iscritti alla Membership di Infini.to
  • residenti a Pino Torinese
  • giornalisti, se in visita per servizi specifici sulla struttura, devono accreditarsi QUI
  • possessori del Voucher LE GRU
Biglietteria online

Iscriviti alla newsletter

Tags: ,

Data

19 Feb 2022

Ora

17:00 - 19:30

Luogo

Infini.to
via Osservatorio 30, Pino Torinese (TO)
Categoria

Organizzatore

Infini.to

Prossimo evento

I prossimi eventi di Infini.to

Gennaio 2022
Febbraio 2022
Nessun evento trovato!
Carica altro
Torna in cima