La scienza di Interstellar

Incontro con Kip Thorne, tenutosi nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Torino presso la Cavallerizza Reale.

Kip Thorne è professore emerito di fisica teorica al California Institute of Technology, uno dei maggiori esperti mondiali di relatività, cosmologia e teorie gravitazionali. Ha compiuto ricerche fondamentali sui buchi neri, le stelle di neutroni, i cunicoli (wormholes) spazio-temporali, le onde gravitazionali e i gravitoni. È anche conosciuto per la “congettura del cerchio” sulla singolarità dei buchi neri e per gli studi sulla loro entropia. Ha inoltre studiato l’applicazione della teoria delle p-brane (oggetto proveniente dalla teoria delle stringhe) ai buchi neri. È uno dei tre scienziati che hanno guidato l’esperimento LIGO (Laser Interferometric Gravitational Observatory) che nel settembre 2015 ha per la prima volta misurato le onde gravitazionali provenienti dal collasso e coalescenza di due buchi neri a 1 miliardo di anni luce da noi. Ha recentemente vinto il Breakthrough Prize, il Kavli Prize in Astrofisica e il Gruber Cosmology Prize per tale risultato. Ha scritto un best seller di divulgazione scientifica, Black Holes and Time Warps: Einstein’s Outrageous Legacy. Le sue teorie sono state alla base del film Interstellar di Christopher Nolan, di cui è stato executive producer e scientific consultant.

L’evento è realizzato grazie al contributo di Società Reale Mutua di Assicurazioni, Thales Alenia Space, Aviospace e ADA (Associazione per la Divulgazione dell’Astrofisica) nel ciclo di incontri “Buchi neri e viaggi spaziali” realizzati a Infini.to per celebrare il centenario della pubblicazione della Teoria della Relatività Generale.

Guarda la conferenza